Se avete bisogno di uno scooter per i vostri affari, che sia pratico ed agile come una moto, è arrivato il momento di pensare ad un’ innovazione per la vostra azienda.
Esiste la possibilità di noleggiare uno scooter elettrico a basso costo, con un ridotto consumo energetico, elevata autonomia e con prestazioni analoghe a quelle degli scooter tradizionali.

Decidere di optare per uno scooter elettrico è un’ottima decisione sia in termini economici, sia per rispettare l’ambiente. I mezzi, con l’assenza di emissioni di carbonio, soddisfano il trend, sempre più crescente, di dotare le città di mezzi eco-sostenibili ad impatto ambientale ridotto.

Le ragioni per utilizzare uno scooter elettrico

Le domande più frequenti sono legate alle batterie: peso, durata, tempi di ricarica. Nei nuovi modelli che saranno immessi sul mercato queste preoccupazioni non avranno motivo di esistere vista l’elevata tecnologia dei quali saranno dotati i nuovi mezzi.

Il lato economico è sicuramente uno dei motivi di principale preoccupazione. Attualmente i prezzi non sono molto competitivi rispetto ai concorrenti con motori a combustione interna. Malgrado questo, ci sono due aspetti che compensano questo svantaggio:

  • Il consumo è molto basso, rispetto alla benzina. A seconda del modello e della potenza del motore, possiamo parlare di una ricarica di 0,50/centesimi per 100 chilometri. Inoltre la manutenzione del motore risulta più semplice e conveniente e questo tipo di mezzi sono meno inclini a guasti.
  • Se decidiamo di noleggiare o prendere in leasing un mezzo, pagheremo solo un importo fisso mensile senza costi aggiuntivi.

 

Ulteriori vantaggi per scegliere uno scooter elettrico a buon mercato

Trattandosi di mezzi di trasporto innovativi è normale che ci siano dei dubbi circa il funzionamento, la manutenzione e l’utilizzo del veicolo.

Ecco alcune informazioni che possono essere utili riguardo il loro funzionamento:

  • Batterie: Essendo agli ioni di litio possono viaggiare tra i 70 ed i 120 chilometri e si possono ricaricare con una normale presa domestica.
  • Motore: Non necessita di particolare manutenzione e presenta una percentuale minima di guasti. Un motore a combustione interna è meno efficiente a causa del ciclo termodinamico, che provoca perdite di energia e maggiore usura. Il motore elettrico ha un rendimento molto elevato.
  • Regolamenti: non differiscono molto dagli scooter a benzina. Se la potenza nominale del motore non supera i 4000W e la velocità massima è al massimo di 45 km/h, questi veicoli sono inclusi nella categoria dei ciclomotori.
  • Adempimenti fiscali: sono esenti da imposta anche se la decisione dipende dai comuni. In molti casi sono comunque previsti dei bonus per incentivarne l’utilizzo.

Le batterie, in questo contesto, ricoprono un ruolo chiave e sono fondamentali nel futuro della mobilità sostenibile. Per questo, dal punto di vista tecnologico, è previsto lo sviluppo di elementi più leggeri e con maggiore autonomia, unitamente alla creazione di una rete di punti di ricarica in luoghi pubblici.

Pin It on Pinterest

Share This